Zaffira Zanotti
La Pizzaiola Zaffira Zanotti premiata dalla Guida Peperoncino Rosso

Giovane Pizzaiola riceve il titolo di Eccellenza di Peperoncino Rosso

di Claudio Ianniello

La prima donna a ricevere il celebre riconoscimento della Guida Peperoncino Rosso.
Zaffira Zanotti ha raggiunto questo ambizioso traguardo, che le offre una visibilità mondiale mettendola in contatto con i più grandi maestri della pizza dei cinque continenti. Un grande successo per la giovane pizzaiola, che con orgoglio accoglie la notizia della meritata targa di Pizzaiola d’Eccellenza.

La Pizzaiola Zaffira Zanotti premiata con il titolo di Eccellenza dalla Guida Peperoncino Rosso

Chi è Zaffira Zanotti?

In tre parole: pizzaiola, mamma, appassionata. Quest’ultima caratteristica la eredita in famiglia. Zaffira nasce a Chiari (Brescia) il 16 agosto del 1981. A incoraggiarla nel suo percorso è la madre, Iris Belleri, che nota il talento della figlia e ben presto capisce che ella può dare un importante contributo all’attività di famiglia.
Dopo il diploma, Zaffira decide di affinare la sua passione per la pizza. Ella comincia a impastare e infornare le pizze al Ristorante Pizzeria La Lucciola, in via Loden 6 a Zone (Brescia), fondato da sua nonna Caterina Marchetti nel 1964. Quest’ultima le trasmette, sin da piccola, la passione per la cucina. Il ristorante, ancora oggi, è a conduzione familiare e a portarlo avanti sono le donne della famiglia. La madre di Zaffira, dal 1986, ha assunto la direzione del locale avviando l’attività di pizzeria.

La formazione

Nel 2001 consegue il diploma all’Istituto tecnico professionale alberghiero Romolo Putelli e successivamente svolge diversi stage in varie pizzerie della zona. Questo le permette di conoscere le attività ristorative del territorio e di acquisire esperienza nell’arte della pizza.
Con il passare degli anni, ella decide di fare un salto di qualità in termini di competenze. Così, nel 2019, si iscrive al Corso di Istruttore pizzaiolo alla Pizza News School, dove apprende le tecniche per realizzare la pizza alla pala, in teglia e alla napoletana. Tra queste, ella predilige quella alla pala. Non a caso, la pizza a metro è la più richiesta dai suoi clienti.

Zaffira Zanotti e la passione per la cucina

Uno dei motivi per cui ella entra a far parte di una guida tanto prestigiosa come quella di Peperoncino Rosso sta nella passione per il suo lavoro. Ella, infatti, non si limita all’arte bianca ma ha un amore viscerale per la cucina e per i prodotti del suo territorio. All’interno del ristorante, che presenta 150 posti a sedere di cui 50 all’esterno, ama curare particolarmente la selezione degli ingredienti. Lei e sua madre si riforniscono dai produttori locali per la fornitura di formaggi freschi che vengono utilizzati per le pizze ma anche per i piatti tipici.
Nel ristorante, infatti, vengono servite numerose specialità della zona come i Casoncelli fatti in casa e conditi con: selvaggina, funghi, formaggi, polenta e olio extravergine di Marone.

Le pizze

Zaffira Zanotti predilige le pizze classiche ma le piace far assaggiare ai propri clienti i prodotti locali. Per questo, propone delle varianti condite con il formaggio di Malga e con altri ingredienti del territorio. Quest’ultima si distingue per lo spessore, essendo più alta delle altre, e per la possibilità di scegliere l’impasto tra: multicereali, curcuma e semintegrale.
La Farcita invece è una delle più ricche, come suggerisce il nome, poiché è a base dei seguenti ingredienti: funghi, carciofi e prosciutto crudo, pomodoro e fior di latte.
La più colorata, invece, è la Iris perché è realizzata con: fior di latte, broccoli, pomodori confit, ricotta di bufala e prosciutto crudo.
La pizza a cui la pizzaiola è più legata è la Zaffiro e il richiamo al suo nome non è casuale. Una versione molto apprezzata dai suoi clienti, soprattutto per l’accostamento degli ingredienti: passata di pomodoro, fior di latte, bresaola, rucola e grana. Un connubio tutto da gustare.

I premi

L’ingresso della Pizzaiola d’Eccellenza nella Guida Peperoncino Rosso rappresenta un importante traguardo per sé stessa ma anche per la propria famiglia. Dopo sessant’anni di attività, essi raggiungono la meritata notorietà nel panorama internazionale della pizza. Un risultato di cui Zaffira va fiera e che la sprona a migliorare ancora, dato che da oggi il suo nome è nell’elenco dei principali maestri della pizza.
Uno dei suoi punti di forza è la straordinaria voglia di venire incontro ai gusti della sua clientela, proveniente anche dall’estero. Nonostante il suo legame con le pizze della tradizione, ella ama proporre ai propri clienti una vasta scelta, anche nei tipi di impasto come avviene nel caso della pizza Soffiata.
Prima di arrivare alla targa di Pizzaiola d’Eccellenza, Zaffira partecipa alle edizioni 2003 e 2004 del Campionato mondiale della pizza, dove si confronta con un gran numero di colleghi mettendosi in gioco.

Gli ingredienti di un Pizzaiolo d’Eccellenza

Tra le sue ambizioni vi è quella di continuare a offrire un prodotto di qualità sempre maggiore ai numerosi clienti che, dopo una passeggiata sulla collina sovrastante il lago di Iseo, si deliziano con le specialità di Zaffira. Da oggi i visitatori hanno un motivo in più per ammirare il panorama. Secondo la premiata da Peperoncino Rosso per diventare un Pizzaiolo d’Eccellenza sono necessari alcuni ingredienti, ecco quali: “serve amare il proprio lavoro, tenersi informati e studiare per stare al passo con i tempi e offrire ai clienti un prodotto di alta qualità”. Lei è stata in grado di metterli insieme nel modo giusto e il successo non è tardato ad arrivare.

Richiedi l’Eccellenza di Peperoncino Rosso – Un successo assicurato
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *