Pizzaiolo Luigi Foscano
Guida 2021
Il Maestro Pizzaiolo Luigi Foscano conquista una Stella della Guida Peperoncino Rosso

La prima stella Peperoncino Rosso assegnata in Campania, ad aggiudicarsela è il Pizzaiolo Luigi Foscano

di Claudio Ianniello

Giovane, determinato e stellato. Questo è il profilo del pizzaiolo cresciuto a San Giorgio a Cremano (Napoli).
Luigi Foscano ha soltanto 26 anni ma è uno delle migliori promesse mondiali dell’arte bianca.
Il suo talento e la perseveranza sono stati premiati con l’ambita stella Peperoncino Rosso. Egli ha ricevuto il titolo di Pizzaiolo Stellato proprio grazie all’impegno profuso nel suo lavoro.
Arrivare a raggiungere un traguardo tanto importante, a livello internazionale, significa avere una visibilità straordinaria nel settore food & beverage e questo gli dà ancora più fiducia nelle sue capacità.

La visita ispettiva

La settimana scorsa, il Maestro Pizzaiolo Luigi Foscano ha ricevuto una visita ispettiva a sorpresa presso la “Pizzeria La Collina”, sita in Visciano (NA). Nonostante il brutto periodo che stiamo attraversando causa Covid, Luigi continua a sfornare delle bellissime e buonissime pizze, accontentando le numerose richieste dei clienti.

Durante la visita, sono stati ispezionati i luoghi di lavoro, le attrezzature, l’igiene personale e degli spazi lavorativi, la preparazione tecnica (attraverso alcune domande a lui poste) e infine l’assaggio di due pizze.

La storia

Il Pizzaiolo Stellato, prima di raggiungere la stella della Guida, ha messo molto presto le mani in pasta. Da piccolo amava “fare le pizze con la plastilina”. Già allora sognava di avere una pizzeria tutta sua e di diventare un pizzaiolo famoso. Crescendo, egli si iscrive all’Istituto Tecnico Informatico ma si rende conto che quel tipo di studi non lo appassiona. Così egli sceglie di andare dritto per la strada che aveva sognato sin da piccolo.
La gavetta, le ore passate vicino al calore del forno e la formazione necessaria non lo intimoriscono, anzi.
Così, Luigi Foscano frequenta dei corsi di formazione dove entra in contatto con dei maestri che gli trasferiscono non solo tutta una serie di nozioni ma anche tanta passione. La svolta, dal punto di vista lavorativa, avviene quando decide di trasferirsi a Milano. I primi tempi non sono stati facili ma con la giusta dose di impegno, Luigi Foscano presto diventa primo pizzaiolo della pizzeria in cui lavora.

Maestro Pizzaiolo Luigi Foscano – Visita Ispettiva

Dall’incontro con Alessandro Borghesi al Premio Pizzaiolo Stellato

Durante la sua esperienza milanese, un giorno gli arriva una richiesta particolare e del tutto inattesa.
Tra le comande vi è una pizza gourmet richiesta da uno chef. Dopo averla sfornata, egli continua a lavorare ma viene interrotto da un addetto ai tavoli che lo invita a venire in sala. Luigi, eccezionalmente, lascia il suo banco e si reca al tavolo dello chef. In quel momento egli si trova davanti uno dei volti più noti del panorama gastronomico italiano: Alessandro Borghesi. Questi si complimenta con Luigi Foscano e in quel momento egli sente che sta percorrendo la strada giusta. Nei mesi successivi, infatti, conquista prima il noto Premio di Eccellenza di Peperoncino Rosso e successivamente il titolo di Pizzaiolo Stellato.

Il Pizzaiolo Stellato in 3 aggettivi

Luigi Foscano può essere descritto con 3 aggettivi: Campano doc, innovativo e tenace.

Dopo la sua esperienza milanese, egli è rientrato in Campania. Oggi vive e lavora a Visciano (Napoli), è fidanzato con Mariapia e lavora presso la pizzeria La collina, situata in via Eremo dei Camaldoli, Visciano. Il locale ha ben 58 posti a sedere, quindi ogni giorno egli sforna decine di pizze. Il legame con la sua terra è soprattutto gastronomico, dato che egli predilige gli ingredienti del territorio nelle sue pizze.
L’innovatività di Luigi Foscano sta proprio nella sua voglia di creare sempre nuove varianti, per sorprendere e deliziare i propri clienti. Pur essendo legato alle pizze tradizionali, egli ama sperimentare delle specialità inedite. Combinazioni di sapori con cui dà dimostrazione di tutto il suo talento.

Un’altra sua caratteristica è la tenacia. Essendo figlio di un idraulico, la sua strada è stata soprattutto in salita. Luigi Foscano ha potuto contare soltanto sui propri sacrifici e sulla costante dedizione al lavoro.

L’importanza del Premio Pizzaiolo Stellato

Per un pizzaiolo così giovane è una grande emozione conquistare un tale riconoscimento. La Stella Peperoncino Rosso è la massima premiazione ottenibile e offre notevoli opportunità, sia in termini di credibilità sia in termini di network. Il Premio Pizzaiolo Stellato consente di entrare in contatto con clienti che desiderano gustare una pizza d’eccellenza e al tempo stesso apre la strada ad una serie di relazioni con potenziali partner. Per questo, migliaia di pizzaioli desiderano l’ambito titolo di Pizzaiolo Stellato.

Il Premio Pizzaiolo Stellato e i sogni nel cassetto

Uno dei suoi obiettivi è stato sempre quello di ricevere un riconoscimento internazionale. Ciò si realizza il 25 ottobre del 2020 quando egli riceve il Premio Peperoncino Rosso ottenendo un posto nella prestigiosa Guida alle eccellenze del food&wine a livello mondiale. Diventare Pizzaiolo Stellato aumenta ancora di più il suo prestigio. Le due targhe ottenute possono essere ammirate dai suoi clienti, che apprezzano molto le sue pizze e lo stimano come maestro dell’arte bianca.
Far parte della nuova generazione di pizzaioli napoletani per lui è un orgoglio. Dopo un intenso percorso, fatto di sperimentazione e innovazione, Luigi Foscano realizza un altro dei suoi sogni e punta sempre più in alto. Le Stelle sono un indicatore della qualità raggiunta da un professionista del food & beverage e lui è consapevole che raggiungere certi traguardi significa entrare a far dell’Olimpo dei maestri pizzaioli.
Anche in una regione come la Campania, patria della pizza, i giovani talenti crescono e il pizzaiolo stellato di San Giorgio a Cremano è uno dei testimoni più giovani.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *