Piazza Sorrento, quando un’Eccellenza italiana conquista la Germania

Piazza Sorrento e Massimiliano Grande, nell’Olimpo delle Eccellenze

di Antonio De Simone

La cucina italiana è famosa in tutto il mondo ma raggiungere l’Eccellenza non è da tutti. Per riuscirci non basta avere un ristorante, più o meno capiente, e allietare il palato degli avventori. Ne è una dimostrazione Piazza Sorrento, premiata come Eccellenza dalla Guida Peperoncino Rosso. Un riconoscimento che arriva dopo decenni di impegno e di passione, portato avanti con grande umiltà e spirito di sacrificio.

Ristorante Pizzeria Piazza Sorrento Krefeld e Massimiliano Grande premiati dalla Guida Peperoncino Rosso

La storia di Piazza Sorrento

Il ristorante-pizzeria nasce nel 1976 a Krefeld, un’antica città medievale tedesca. La fondatrice è Anna Angona, madre della chef Rosa Mascolo che è l’attuale proprietaria di Piazza Sorrento. Oggi, come allora, l’obiettivo di chi ci lavora è sempre lo stesso: offrire la tradizione culinaria italiana ai tedeschi e a tutti quegli italiani che, lontani dalla propria terra, desiderano riassaporare i piatti del Bel Paese.

Rosa Mascolo e tutto lo staff portano a tavola non solo le eccellenze della tradizione enogastronomica italiana ma soprattutto la cultura culinaria partenopea, a cominciare dalla sua “Regina”: la pizza verace napoletana. A prepararla è Massimiliano Grande, che coerentemente con il suo cognome prepara una pizza di alta qualità.
Massimiliano, da pochi mesi vincitore di Pizze Stellate 2019, un Campionato che vede la partecipazione di centinaia di pizzaioli provenienti da tutto il mondo presso la Grandi Molini Italiani S.p.A. nella splendida Venezia.

Oggi, raggiunge un altro traguardo, il titolo di Eccellenza rilasciato da Peperoncino Rosso, la guida che premia le eccellenze del food & wine nel mondo.

Nella cucina di Piazza Sorrento, dal 1976, sono passate ben tre generazioni della stessa famiglia. L’attività infatti è a gestione familiare e nel corso del tempo è rimasto intatto il rispetto per le origini napoletane e il calore partenopeo. La fondatrice del locale infatti ha sempre voluto portare “un pezzo di Napoli in Germania” e oltre a conquistare il palato dei clienti tedeschi è riuscita a conquistare anche la fiducia di quelli italiani.

Dentro Piazza Sorrento

Chiunque entri nel ristorante viene accolto con cordialità e professionalità. L’Eccellenza si riconosce anche in questo. Da quarant’anni lo staff di Piazza Sorrento ci mette lo stesso impegno e la medesima passione. All’interno del locale sono presenti ben 120 coperti mentre all’esterno ne sono disponibili altri trenta.

In questo modo è possibile accogliere sia i clienti che desiderano un pasto completo sia coloro che vogliono mangiare la pizza di Massimiliano Grande. D’altro canto, la pizza napoletana è il piatto di punta del ristorante-pizzeria ma il menù offre anche tante altre proposte, tutte da gustare.

Piazza Sorrento, l’Eccellenza è la pizza e non solo…

Una volta preso posto in sala, o all’esterno, è possibile scegliere tra una grande varietà di primi e di secondi. La qualità delle materie prime è selezionata con cura per assicurare un elevato livello delle portate. Tutti i piatti, dai primi ai dolci, vengono preparati con lo stesso amore per la cucina e per la tradizione. La cucina tedesca presenta varie specialità di carne ma Piazza Sorrento si difende bene proponendo una varietà di carni provenienti da tutto il mondo:

  • Angus argentina
  • T-bone Steak
  • Tomahawk
  • Filetto argentino
  • Entrecote
  • Scottona con frollatura di 6 mesi.

Non mancano però gli insaccati e i formaggi provenienti direttamente dalla Campania come il Salame Napoli, il provolone del Monaco, il fior di latte e la provola di Agerola e la mozzarella che ogni tre giorni arriva direttamente dal Caseificio Mozzarè, grazie al contributo di un rappresentante italiano in Germania. Inoltre, i clienti possono ordinare anche gli affettati made in Italy come il prosciutto crudo di Parma, la mortadella, la bresaola e la spianata calabrese.

Per quanto riguarda i primi, invece, vengono privilegiati i prodotti italiani DOP di alta qualità e gli ingredienti di stagione. Per gli spaghetti al pomodoro, ad esempio, viene utilizzata la pasta De Cecco e i pomodori San Marzano. Insomma, Piazza Sorrento di italiano non ha solo il nome ma è una sorta di “ambasciata della ristorazione e della pizzeria” in terra tedesca.

Infine, è impossibile non terminare il pasto con i dolci artigianali di Piazza Sorrento, uno su tutti è il tortino al cioccolato dal cuore caldo, una vera delizia che si scioglie in bocca e riscalda anche nelle giornate più fredde. In alternativa è possibile scegliere tra un semifreddo alle mandorle, la mille foglie scomposta e i dolci più tradizionali come la panna cotta e il tiramisù.

Insomma, Piazza Sorrento di italiano non ha solo il nome ma è una sorta di “ambasciata della ristorazione e della pizzeria” in terra tedesca.

Piazza Sorrento, un gustoso punto di riferimento per tanti italiani

La maggior parte dei clienti sono giovani e in molti casi anche di origine italiana. Questi ultimi però, come racconta a Peperoncino Rosso Massimiliano Grande, “spesso sono diffidenti nei confronti dei ristoranti italiani”. Quindi, conquistare il palato dei connazionali all’estero è quasi un esame di maturità, che Piazza Sorrento ha superato da anni ormai. Addirittura, molti clienti italiani scelgono il ristorante-pizzeria per dei ricevimenti privati a base di specialità della tradizione campana. Inoltre, nel menù sono presenti varie proposte per celiaci, vegani e vegetariani, in modo tale che qualsiasi cliente possa scegliere che cosa ordinare senza dover rinunciare al piacere delle specialità di Piazza Sorrento.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *