Peperoncino Rosso premia Salvatore Mandellino, l’Eccellenza di Dortmund con l’amore per la pizza napoletana

Pizzaiolo napoletano in Germania riceve il titolo di Eccellenza da Peperoncino Rosso

di Claudio Ianniello

Un’altra eccellenza tedesca ottiene il Premio Peperoncino Rosso, distinguendosi per la pizza che prepara a Dortmund. Salvatore Mandellino, classe 1978, esercita la sua “arte” in modo magistrale nella pizzeria Mister Pizza ( in Provinzialstraße 218 a Dortmund). Gustarne una, in terra teutonica, non è difficile ma dal suo forno escono veri capolavori del gusto.

Salvatore Mandellino riceve il titolo di Eccellenza

Oggi Salvatore Mandellino è sposato con Celeste Esposito e ha due figli: Alessandro di 13 anni e Federica di 9 anni. Ha ereditato il mestiere dal padre, la cui aspirazione iniziale era diversa ma la storia della famiglia Mandellino è tutta da raccontare.

La storia di un’eccellenza: Salvatore Mandellino

Sin da bambino Salvatore respira i profumi della pizza. All’inizio è innamorato soltanto del sapore ma con gli anni la passione cresce insieme a lui. Nasce a Dortmund (Germania) il 29 dicembre del 1978 da una coppia di italiani emigrati. Il padre va in Germania in cerca di lavoro come chimico ma la vita ha in serbo per lui un percorso decisamente diverso. Ben presto la tavola degli elementi chimici, a lui tanto cara, viene sostituita da quella degli ingredienti per le pizze. Il padre di Salvatore, infatti, non trovando lavoro nel suo settore decide di reinventarsi aprendo la sua prima pizzeria, quella in cui l’Eccellenza comincia a formarsi.

Peperoncino Rosso premia Salvatore Mandellino


All’inizio, Salvatore Mandellino, la frequenta quando esce da scuola ma solo nelle vesti di “degustatore” delle specialità paterne. Intorno ai 14 anni, comincia il percorso che lo ha portato ad essere oggi uno dei pizzaioli di Dortmund, e non solo, più apprezzati. Nei primi anni da apprendista, Salvatore parte dalle piccole mansioni come riempire i contenitori. Un giorno, egli decide di sua spontanea volontà di preparare una pizza da solo e in quel momento comincia la sua carriera di pizzaiolo.

Salvatore, da autodidatta, si dà da fare e contatta i colleghi più esperti per accrescere le sue conoscenze. Inoltre, si documenta autonomamente per rimanere sempre aggiornato sulle nuove tendenze. Oggi la sua passione continua a lievitare così come i clienti di Mister Pizza, dotata di 30 coperti e di servizio di pizza da asporto.

Perché il Premio Peperoncino Rosso?

Salvatore Mandellino viene premiato per le sue capacità ma anche per la sua caparbietà nel raggiungere i propri obiettivi. Pur non avendo mai frequentato dei corsi di formazione, egli ha ricevuto una serie di riconoscimenti, tra cui:

  • Premio Pizze Stellate per il miglior impasto
  • Premio Pizza Doc, in qualità di Pizzaiolo Doc dalla Germania.
Salvatore Mandellino, Eccellenza in Germania

Inoltre Salvatore si è tolto molte soddisfazioni al Mondiale di Parma, dove ha preparato gli impasti per vari pizzaioli, vincitori, con cui ha collaborato.

La sua eccellenza la si trova anche nell’originalità delle sue pizze. La sua preferita ha una base di crema di zucca, fior di latte, lardo e tarallo sbriciolato. Quest’ultimo è tipicamente napoletano, quindi realizzato con sugna e pepe.

Un elemento che la dice lunga sulle origini partenopee dei Mandellino, che da sempre caratterizzano le loro scelte culinarie. Infine, come ogni pizzaiolo che si rispetti, Salvatore ha anche delle preferenze per quanto riguarda gli impasti. Pur essendo esperto nell’utilizzo dei prefermenti, egli non cambierebbe per nulla al mondo l’impasto diretto.
Soltanto quando si trova a dover preparare la pizza in teglia o in pala, egli opta per una biga 40%. Insomma, la sua Eccellenza sta anche nel voler osare combinazioni di gusto sempre nuove senza mai rinunciare al legame con la tradizione. Tutto questo rende le sue pizze particolarmente ricercate e richieste.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *